FARMACI. Federfarma chiede tavolo di confronto. Giovedì l’Assemblea nazionale

Si svolgerà giovedì prossimo l’Assemblea nazionale di Federfarma, che chiede un tavolo di confronto per sopprimere l’emendamento che consente la vendita di medicinali di fascia C (con ricetta medica, a carico del cittadino) negli esercizi commerciali. In riferimento all’emendamento approvato dall’Aula della Camera il 29 maggio scorso, con il quale si prevede di deregolamentare la vendita dei farmaci con obbligo di ricetta medica, Giorgio Siri, presidente di Federfarma, ha infatti comunicato di aver convocato l’Assemblea nazionale giovedì 7 giugno. Parteciperanno i delegati sindacali dei titolari di farmacia di tutta Italia. Sono stati invitati a partecipare il presidente del Consiglio Romano Prodi, il ministro della Salute Livia Turco e il ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani. "All’Assemblea riferirò di aver richiesto al presidente del Consiglio l’immediata apertura di un tavolo di confronto finalizzato alla soppressione dell’emendamento da parte del Senato – ha dichiarato Giorgio Siri – In assenza di una convocazione del tavolo non potrò che proporre all’Assemblea l’adozione di drastiche iniziative per la tutela del servizio farmaceutico. Tali iniziative sarebbero inevitabili per far comprendere l’insensatezza e la pericolosità per la salute dei cittadini di quanto previsto dall’emendamento".

Comments are closed.