FARMACI. Scontrino “parlante” e autocertificazione, l’Agenzia Entrate fa il punto

Dal 1° luglio tutti gli scontrini che verranno rilasciati dal farmacista dovranno riportare il codice fiscale dell’assistito. A partire da questa data, infatti, le farmacie, ai fini della detrazione o deduzione Irpef delle spese per medicinali, dovranno documentare con fattura o scontrino fiscale "parlante" la vendita dei farmaci.

L’Agenzia delle Entrate, tenuto conto delle difficoltà di adeguamento segnalate dai farmacisti, ha reso noto che per il periodo dal primo luglio al 31 dicembre 2007 l’attestazione potrà avvenire anche con un documento rilasciato dal farmacista contestualmente allo scontrino fiscale nel quale andranno specificate la natura, qualità e quantità dei farmaci venduti.

Come è noto la Finanziaria 2007 ha stabilito che la detrazione dei medicinali sia subordinata al possesso del cosiddetto scontrino "parlante", in cui dovranno essere specificati non solo la natura, qualità e quantità del bene, ma anche il codice fiscale del destinatario.

Comments are closed.