FARMACI. “Scontrino parlante”: obbligatorio per la detraibilità

Dal 1° gennaio le farmacie hanno l’obbligo di emettere il cd "scontrino parlante". Introdotto in maniera facoltativa il 1° luglio dello scorso anno con la Legge Finanziaria, con il nuovo anno è diventata obbligatoria per le farmacie l’indicazione nello scontrino della natura (medicinale), della qualità (nome del medicinale), della quantità del bene (numero di confezioni) nonché del codice fiscale del destinatario. In caso di non indicazione, i farmaci non potranno essere detratti. E’ utile, dunque, che chiunque si rechi in farmacia per l’acquisto di un medicinale detraibile, abbia con sé la tessera sanitaria che riporta il codice fiscale.

In farmacia dunque con la tessera sanitaria: è quanto consiglia la stessa Federfarma che "invita i cittadini a portare sempre con sé, quando si recano in farmacia, la tessera sanitaria del destinatario dei medicinali, in modo da consentire al farmacista di emettere rapidamente lo scontrino completo di tutti i dati necessari ai fini fiscali. Per coloro i quali non avessero ancora ricevuto la tessera sanitaria, ovvero l’avessero smarrita, è possibile contattare il numero verde 800030070 istituito a tal fine dall’Agenzia delle entrate".

Comments are closed.