FINANZIARIA. Class action e portabilità dei mutui, gli emendamenti del governo

In materia di class action di portabilità dei mutui, il Governo ha presentato due emendamenti al testo della Finanziaria in discussione al Senato. Per quanto riguarda l’azione risarcitoria collettiva (art.140-bis), le proposte di modifica governative riguardano la legittimazione ad agire annoverando oltre alle associazioni dei consumatori, "associazioni e comitati adeguatamente rappresentativi dei diritti collettivi fatti valere". Altra modifica ha a che fare con gli aspetti procedurali. In particolare si chiede di sostituire all’attuale comma 3 con il seguente: "Alla prima udienza il tribunale, sentite le parti, ed assunte quando occorre sommariamente informazioni, pronuncia sull’ammissibilità della domanda, con ordinanza reclamabile davanti alla corte di appello, che pronuncia in camera di consiglio. La domanda è dichiarata inammissibile quando è manifestamente infondata, quando sussiste un conflitto di interessi, ovvero quando il giudice non ravvisa l’esistenza di un interresse collettivo suscettibile di adeguata tutela ai sensi del presente articolo. Il giudice può differire la pronuncia sull’ammissibilità della domanda quando sul medesimo oggetto è in corso una istruttoria davanti ad un’autorità indipendente. Se ritiene ammissibile la domanda, il giudice dispone,a cura di chi ha proposto l’azione collettiva, che venga data idonea pubblicità dei contenuti dell’azione proposta e dà provvedimenti per la prosecuzione del giudizio".

Per quanto riguarda la portabilità dei mutui (art.99-bis), invece, le modifiche proposte dal governo riguardano chiariscono, tra l’altro, il contestato "costo zero per il consumatore". Infatti, il comma 3-bis modificato prevede: "La surrogazione (…) comporta il trasferimento del contratto di mutuo esistente, alle condizioni stipulate tra il cliente e la banca subentrante, con l’esclusione di penali o altri oneri, di qualsiasi natura. Non possono essere imposte al cliente spese o commissioni per la concessione del nuovo mutuo, per l’istruttoria e per gli accertamenti catastali, che si svolgono secondo procedure di collaborazione interbancaria improntate a criteri di massima riduzione dei tempi, degli adempimenti e dei costi connessi".

PDF: Emendamento class action

PDF: Emendamento portabilità mutui

Comments are closed.