FINANZIARIA. Col nuovo anno si parte con la class action

Con l’approvazione della Finanziaria – il via libera definitivo è arrivata al Senato il 21 dicembre – e il nuovo anno diventerà legge la class action, la possibilità per i consumatori di partecipare a cause collettive contro società fornitrici di beni o servizi. A partire da quest’anno, 180 giorni dopo l’entrata in vigore della legge Finanziaria, i consumatori potranno chiedere il risarcimento collettivo dei danni subiti. La norma prevede l’attivazione della class action per ottenere rimborsi legati a contratti con clausole prestampate, a pratiche commerciali illecite o a comportamenti anticoncorrenziali da parte di società fornitrici di beni e servizi: dai farmaci pericolosi ai viaggi truffa, dagli illeciti finanziari ai danneggiamenti ambientali, diverse sono le fattispecie che potranno essere prese in considerazione. La norma, approvata dalla Finanziaria, prevede che il giudice decida se l’impresa vada condannata o meno e fissi le modalità per stabilire gli importi dovuti e il metodo con cui attribuire a ogni cittadino il rimborso. La Camera di Conciliazione gestirà quindi il passaggio dalla causa collettiva ai rimborsi individuali.

Comments are closed.