FINANZIARIA. Federconsumatori: “Presenteremo emendamenti e presto manifestazioni in tutta Italia”

"Non vorremmo che, dopo il massacro perpetrato dal precedente governo sul potere d’acquisto delle famiglie, che ha prodotto una caduta verticale dei consumi con una perdita per l’intera economia del paese, le decisioni di questo governo determinassero analoghe situazioni". E’ quanto ha affermato Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori, che ha annunciato la presentazione nell’ambito del dibattito parlamentare una serie di emendamenti alla legge finanziaria e mobilitazioni in manifestazioni nazionali e territoriali.

Da una parte l’associazione apprezza una finanziaria che tenta di riequilibrare con maggiore equità i conti dello stato, dall’altra sostiene che alcune norme debbano essere completamente modificate per non gravare ulteriormente sulle famiglie. In particolare, Federconsumatori punta il dito contro i tagli decisi agli enti locali, che, se recuperati con un aumento delle tariffe locali o attraverso tasse locali, graverebbero per circa 165 euro a famiglia.

Per i consumatori è inoltre necessario modificare la tassazione sui redditi che prevede un inasprimento dopo i 40.000 euro di reddito. "Non vorremmo – si legge in una nota – che a pagare le tasse, anche se è giusta la progressione, siano sempre e solo i cittadini che le pagano tutte da sempre, mentre si agevolino,invece, come da sempre, coloro che le evadono denunciando redditi da fame dai 15 ai 25.000 euro".

Sono inoltre da abolire – prosegue la nota – le tasse di soggiorno che gravano sul turismo già troppo colpito trattandosi di settore fondamentale del nostro sviluppo economico. Altra modifica necessaria alla finanziaria è che non si renda obbligatoria l’RC Casa che si tradurrebbe in un ennesimo regalo per le compagnie di assicurazione gravando sulle famiglie per almeno 100 euro di spesa all’anno. Sono inoltre da rivedere le norme sui ticket sanitari e quelli di Pronto Soccorso.

Comments are closed.