FINANZIARIA. Greenpeace: sì al bando delle lampadine a incandescenza

In Finanziaria non ci sarà il bando per le lampadine a incandescenza entro il 2010. Lo rende noto Greenpeace che critica la decisione in quanto "va contro gli interessi dell’Italia per raggiungere gli obiettivi di Kyoto per il contenimento delle emissioni di gas serra". Le tradizionali lampadine incandescenti disperdono sotto forma di calore oltre il 90% dell’energia elettrica consumata, e solo il 10% si trasforma in luce. È un enorme spreco di energia che potrebbe essere evitato utilizzando invece lampade fluorescenti compatte ad alta efficienza, già oggi sul mercato.

L’associaizone fa notare come in Italia il bando delle incandescenti permetterebbe di risparmiare 5,6 miliardi di chilowattora all’anno, e circa 3 milioni di tonnellate. Sarebbe una misura a costo nullo per lo Stato, con benefici economici per i consumatori pari a circa 1 miliardo di euro all’anno.

Comments are closed.