FINANZIARIA. Pausa caffè a rischio, Associazione Distribuzione Automatica annuncia sciopero

Pausa caffè a rischio. I 1.731.000 i distributori di caffè e snack posizionati in uffici, università etc rischiano la "chiusura" a causa di un emendamento contenuto nella Legge Finanziaria che impone l’introduzione di una ipotetica "tecnologia di memorizzazione su supporto elettronico, distintamente per ciascun apparecchio, delle singole operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuati tramite distributori automatici". La domanda è semplice e a porsela è Confida, Associazione Italiana Distribuzione Automatica: chi deve sostenere i costi di una tale innovazione? I gestori del Vending, molti dei quali si troverebbero a dover chiudere i battenti, considerati i costi che il rinnovamento totale del parco macchine richiederebbe? Oppure i consumatori finali che vedrebbero aumentare l’ultimo prezzo ancora "sociale" che esiste nel loro paniere alimentare?

Temiamo – spiega l’Associazione – che nessuno si è chiesto se il vantaggio derivante da questa nuova modalità di controllo che si aggiunge a quelle tradizionali cui sono soggetti gli operatori del nostro settore sia o meno controbilanciato dai costi sociali dell’operazione.
I gestori associati a Confida quindi annunciano che incroceranno le braccia e non riforniranno nessuno dei quasi due milioni di distributori in circolazione fino a quando il Governo non rivedrà questo assurdo emendamento alla Finanziaria 2008.

Comments are closed.