FINANZIARIA. Prosegue iter in Senato. Voto finale atteso tra oggi e domani

L’Assemblea ha proseguito l’esame del disegno di legge n. 1817. Sono stati approvati gli articoli da 93 a 96 e l’articolo 5 accantonato; l’articolo 97, che reca la copertura della legge finanziaria sarà votato a conclusione della votazione degli emendamenti. E’ stato inoltre avviato l’esame degli emendamenti accantonati.

Via libera dell’Aula all’aumento degli assegni per gli orfani e le famiglie con un componente disabile, alla proroga della detrazione sulle spese per asili nido all’aumento della detrazione per i mutui prima casa. Le misure sono contenute nell’articolo 5: a favore delle famiglie con un componente disabile e degli orfani vengono stanziati 30 milioni di euro per l’aumento degli assegni e la revisione dei limiti di reddito. Le famiglie con bambini potranno contenere a detrarre il 19% delle spese sostenute per gli asili nido per un importo fino a 632 euro a figlio. L’importo massimo della detrazione e’ quindi pari a 120,08 euro. Aumenta da 3.615,20 euro a 4.000 euro l’importo massimo degli interessi passivi sui mutui prima casa ammessi alla detrazione del 19%.

Tra le misure previste nell’articolo 5, anche la possibilità per i docenti di detrarre ai fini Irpef il 19% delle spese sostenute per l’aggiornamento e la formazione fino ad un massimo di 500 euro. Previsto anche un alleggerimento della disciplina sugli scontrini fiscali. Verrà disposta la chiusura temporanea del negozio se vengono contestate 4 violazioni nell’emissione dello scontrino durante un quinquennio (e non più 3 violazioni come e’ attualmente). Inoltre le violazioni devono essere commesse in giorni diversi. Niente più gogna fiscale per i negozi che vengono temporaneamente chiusi. Restano i sigilli ma non verranno apposti cartelli con la scritta ”chiuso per mancata emissione di scontrino".

LINK: Senato

Comments are closed.