FINANZIARIA. Tassa di soggiorno fino a 5 euro nelle città e a 2 euro nei comuni più piccoli

La Commissione Bilancio della Camera ha messo a punto l’emendamento alla Legge Finanziaria sulla cosiddetta "tassa di soggiorno": a partire dal 2007, i comuni potranno far pagare ai cittadini non residenti anche solo per un certo periodo dell’anno, due euro al giorno per i comuni più piccoli e cinque euro per le città metropolitane.

Per i comuni minori, questa tassa che servirà a far fronte alle esigenze create dall’arrivo di turisti, a migliorare i servizi e valorizzare i centri storici, sarà regolata dalla conferenza Stato-Regioni, che fisserà le linee guida di coordinamento nazionale. Saranno previste anche eventuali riduzioni ed esenzioni e forme di convenzione con le imprese della filiera turistica.

Comments are closed.