FISCO. 5 per mille, appello del volontariato: ripristinare i fondi

Le organizzazioni del volontariato e del Terzo Settore continuano a mobilitarsi in difesa del 5 per mille. "Siamo indignati – dichiarano in una nota congiunta il Forum del Terzo Settore, la Consulta Nazionale del Volontariato presso il Forum, la ConVol – Conferenza Permanente Presidenti Associazioni e Federazioni Nazionali di Volontariato e CSVnet, il Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato (CSV) – chiediamo alle Istituzioni di assumersi le proprie responsabilità e di dare un segnale chiaro e immediato per aiutare il Paese a uscire dalla crisi".

L’appello che fanno alle Istituzioni è quello di ripristinare i fondi al 5 per mille, oggetto di pesanti tagli che non sono ancora rientrati e che rischiano di penalizzare l’intero comparto.

"Dei 400 milioni di euro del 2010, necessari a rispondere alle scelte che i cittadini indicano con il proprio 5 per mille, la legge di stabilità per il 2011 stanzia solo 100 milioni – ricordano le associazioni – Il 5 per mille diventa così l’uno per mille, o meglio quando il contribuente indicherà la propria scelta solo un quarto del suo 5 per mille andrà al volontariato, il resto allo Stato. E’ una beffa, è lo stravolgimento del 5 per mille. Un attacco al volontariato e al terzo settore, che si aggiunge alla cancellazione delle agevolazioni alle tariffe postali per il non profit, al taglio del 75% dei fondi per i servizi sociali e alla riduzione dei fondi per il servizio civile".

Comments are closed.