FISCO. Affitto on line, Agenzia Entrate: 67 operazioni ogni ora

In 7 anni i contratti di locazione e le operazioni di versamento effettuati in via telematica hanno superato i 4 milioni, ovvero in media 1619 al giorno e ben 67 l’ora. Lo riferisce l’Agenzia delle Entrate che aveva lanciato il servizio della registrazione dei contratti di affitto on line nel 2001.

Il perché di un tale successo? Secondo l’Agenzia hanno influito diversi fattori: innanzitutto, l’estensione del servizio anche agli affitti di immobili non adibiti a uso abitativo (studi, negozi, uffici); in secondo luogo, l’allargamento delle innovative procedure di registrazione on-line anche alle operazioni di proroga, di risoluzione e di cessione dei contratti già in vigore, stabilito con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 27 giugno del 2003.

D’altra parte i vantaggi sono tanti: le registrazioni e i versamenti possono – spiega l’Agenzia – essere realizzati direttamente dal contribuente o tramite intermediario abilitato (per esempio il commercialista, i Caf, le agenzie immobiliari, le associazioni rappresentative dei proprietari e quelle degli inquilini). La convenienza a eseguire la registrazione dei contratti di locazione per via telematica dipende dal fatto che l’adempimento avviene con un’unica rapida operazione. In precedenza, i contribuenti erano costretti a ben quattro passaggi. Era infatti necessario recarsi presso l’ufficio locale per assumere informazioni e reperire la modulistica, recarsi in banca per effettuare il versamento, ritornare all’ufficio locale per la registrazione del contratto e, soltanto dopo alcuni giorni, ritirare la copia del negozio debitamente registrato.

Comments are closed.