FISCO. Agenzia Entrate: attenzione alle richieste via mail

Dopo le false comunicazioni di posta elettronica con le quali si chiedeva al contribuente di indicare i propri dati bancari per ricevere l’addebito di presunti rimborsi fiscali, in questi giorni sono stati messi in atto nuovi tentativi di truffa attraverso e-mail provenienti dall’indirizzo ufficio.accertamenti agenziaentrate.it. L’allarme viene dalla direzione regionale della Lombardia della stessa Agenzia. La comunicazione-trappola invita il contribuente a collegarsi ad una presunta banca dati degli accertamenti presente sul sito http://bancadati2009.altervista.org. Ma si tratta, appunto, di un tentativo di truffa. I cittadini che dovessero essere oggetto di tentativi del genere di raggiro sono quindi invitati a cestinare con la massima sollecitudine il messaggio, a non aprire alcun collegamento ad altri siti web e a contattare quanto prima la Polizia postale. L’Agenzia sottolinea che non richiede ai contribuenti le coordinate bancarie o altri dati sensibili via e-mail, nè tantomeno notifica avvisi d’accertamento con questo mezzo.

Comments are closed.