FISCO. Agenzia Entrate chiarisce: cooperative sociali “libere” dall’Ires

Le cooperative sociali possono ritenersi libere dal versare l’Ires (Imposta sul reddito delle società) . Con una circolare emanata oggi, l’Agenzia delle Entrate spiega quando e perché. Innanzitutto devono avere i requisiti per essere considerate cooperative di produzione e lavoro e l’ammontare delle retribuzioni corrisposte ai soci non sia inferiore al 50 per cento degli altri costi, escluse materie prime e sussidiarie. L’agevolazione resta comunque circoscritta all’Ires e non si estende ai fini Irap.

In particolare, riguardo i requisiti necessari per beneficiare dell’esenzione, l’Agenzia pone l’accento sulla mission della cooperativa sociale, che nella sua attività persegue scopi d’interesse generale alla promozione umana e all’integrazione dei cittadini. Questa qualifica è condizione necessaria ma non di per sé sufficiente a godere del beneficio. Resta fermo, infatti, un secondo vincolo: la società deve poter essere inglobata tra le cooperative di produzione e lavoro. L’esenzione integrale dall’Ires spetta, quindi, solo se coesistono in capo alla cooperativa sociale questi due requisiti.

 

 

Comments are closed.