FISCO. Agenzia Entrate: da lotta evasione fiscale 9,1 mld di euro nel 2009

Dalla lotta all’evasione fiscale nel 2009 sono entrati 9,1 miliardi di euro, con un aumento del 32% rispetto all’anno precedente. Sono infatti stati incassati, da gennaio a dicembre, 9,1 miliardi di euro grazie all’attività di contrasto all’evasione, un aumento considerevole rispetto al 2008 che pure era stato un anno da record con quasi 7 miliardi riportati nelle casse dell’Erario. Nel biennio, quindi, sono stati incassati 16 miliardi. È quanto ha comunicato oggi l’Agenzia delle Entrate.

È aumentato il riscosso dall’utilizzo degli istituti definitori dell’adesione e dell’acquiescenza (4,3mld), con un balzo in avanti del +72% rispetto al 2008 (2,5mld). E’ boom anche per gli accertamenti sintetici, con +81% per quelli eseguiti (oltre 28 mila) e +61% per la maggiore imposta accertata (460mln); nonché per gli accertamenti assistiti da indagini finanziarie, che registrano + 25% (passando da circa 7 mila a quasi 9 mila). Sono state più di 9 mila le verifiche e controlli mirati, con buoni risultati sia in termini di maggiore Iva – pari a 673 milioni di euro – sia di rilievi ai fini di imposte dirette e Irap, pari, rispettivamente, a quasi 6,9 miliardi e a 5,4 miliardi di euro.

"I risultati raggiunti nel 2009 – ha detto il direttore dell’Agenzia, Attilio Befera – sono il frutto dell’impegno e della professionalità dei 36 mila dipendenti dell’Agenzia. Persone oneste, che lavorano ogni giorno con grande dedizione e professionalità, e che non possono essere messe in ombra dalle poche mele marce presenti, purtroppo, in ogni grande organizzazione". Il direttore vicario, Marco Di Capua, ha precisato che per le linee d’azione 2010 "nell’area della prevenzione e del contrasto all’evasione l’Agenzia punterà al consolidamento dei risultati raggiunti migliorando ancora l’efficienza e l’efficacia dissuasiva dei controlli".

Comments are closed.