FISCO. Agenzia Entrate: in arrivo 360mila rimborsi Irpef

Nei prossimi giorni molti contribuenti si vedranno recapitare i rimborsi riguardano in gran parte l’Irpef. Sono 330mila le pratiche liquidate per un importo di 460 milioni, mentre i rimborsi relativi ad altre imposte dirette sono oltre 25mila per un importo di 50 milioni.

A ricevere per primi le somme saranno i contribuenti che hanno fornito le coordinate dei propri conti correnti, ai quali i rimborsi saranno accreditati sul conto corrente comunicato. Per i contribuenti che non hanno fornito le coordinate, sarà inviata una raccomandata che contiene un vaglia cambiario della Banca d’Italia non trasferibile nel caso di importi più rilevanti. Per quelli più piccoli, è inviato un modulo che va presentato per la riscossione in contanti a uno degli oltre 14mila uffici postali distribuiti sul territorio nazionale insieme al proprio documento d’identità (che può essere fotocopiato dagli addetti dello sportello postale). Per la sicurezza dei contribuenti, gli addetti allo sportello postale possono anche chiedere l’esibizione della tessera sanitaria recante il codice fiscale allo scopo di ridurre il rischio di riscossioni fraudolente.

Per velocizzare, semplificare e rendere più sicuri i pagamenti, l’Agenzia delle Entrate ricorda che è possibile chiedere l’accreditamento dei rimborsi fiscali sul proprio conto corrente bancario o postale. La richiesta può essere fatta via Internet (http://telematici.agenziaentrate.gov.it) oppure presso uno dei circa 400 uffici dell’Agenzia dislocati sull’intero territorio nazionale. E’ a disposizione il numero verde 800100645. Per ogni altra esigenza è a disposizione il numero 848800444 al costo di una telefonata urbana. Entrambi i servizi di assistenza telefonica sono disponibili dalle ore 9 alle ore 17 dal lunedì al venerdì e dalle 9 alle 13 il sabato.

E’ infine disponibile sul sito dell’Agenzia (previa una procedura di autenticazione) il cosiddetto "cassetto fiscale", che mette a disposizione particolari informazioni che riguardano il contribuente: le dichiarazioni, i versamenti ed anche i rimborsi. In quella sede è possibile fornire anche il proprio indirizzo di posta elettronica o il numero del proprio telefono cellulare che l’Agenzia utilizzerà per inviare aggiornamenti o informazioni anche sui rimborsi.

Comments are closed.