FISCO. Agenzia delle Entrate alla Camera: “Puntiamo su semplificazione e contrasto all’evasione”

"La nostra attività dovrà essere caratterizzata dalla semplificazione degli adempimenti richiesti ai contribuenti e da una sempre più mirata azione di contrasto all’evasione". È quanto ha detto oggi il direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera nel corso di un’audizione alla Commissione Finanze della Camera, nella quale ha indicato le strategie per rendere più incisiva l’attività dell’Agenzia: semplificazione del rapporto con i contribuenti, attività di contrasto all’evasione mirata, massima sinergia e collaborazione con le altre strutture pubbliche e con tutti gli attori della fiscalità.

Nei primi 8 mesi dell’anno, ha rilevato il direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono stati eseguiti oltre 130mila accertamenti in materia di imposte dirette, Iva e Irap, per una maggiore imposta accertata di circa 5,7 miliardi, mentre le somme effettivamente incassate sono ammontate a 3,4 miliardi, di cui 2,4 da ruoli e 1 da versamenti spontanei a seguito di adesione all’accertamento, conciliazione o acquiescenza.

Una particolare attenzione sarà rivolta alla semplificazione del rapporto con i contribuenti: "Assume rilevanza strategica per l’Agenzia – ha detto Befera – ridurre al minimo, fino teoricamente ad azzerarle, le difficoltà e disfunzioni che possano arrecare disagio ai cittadini contribuenti". Saranno dunque migliorati i servizi telematici e saranno semplificati i modelli di dichiarazione.

L’attività di contrasto all’evasione punterà da un lato su un’azione più mirata e, dall’altro, sull’attivazione di sinergie con altri enti e strutture della fiscalità. "Penso – ha detto Befera – a un più diffuso coinvolgimento della Guardia di Finanza nell’attività di repressione delle frodi e di investigazione tributaria, che consenta all’Agenzia di concentrarsi sulle problematiche giuridiche e operative connesse all’accertamento e alla riscossione della maggiore pretesa fiscale". In agenda anche una maggiore collaborazione con l’Inps e con i Comuni.

Comments are closed.