FISCO. Agenzia delle Entrate e Sogei presentano i nuovi strumenti telematici

Il modello di versamento F24 diventa più semplice e più sicuro. La possibilità di compensare debiti d’imposta con eventuali crediti viene estesa all’Ici, arriva un software integrato per dichiarazioni e versamenti, diventa possibile compilare direttamente su Web il modello, mentre per eventuali errori scatta la segnalazione. E per il futuro arriva l’assistente digitale per aiutare i contribuenti a operare in Rete. A illustrare ai rappresentanti degli organi d’informazione le ultime novità del fisco telematico sono stati il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Massimo Romano e il presidente di Sogei, Gilberto Ricci.

Nel dettaglio, le novità e le ottimizzazioni riguardano la disponibilità di un software integrato per la compilazione delle dichiarazioni dei redditi e dei relativi modelli F24 da trasmettere telematicamente, lo sviluppo di una procedura per la compilazione e la trasmissione dei modelli F24 direttamente sul Web, senza necessità di scaricare in locale il software di supporto e la segnalazione ai contribuenti e agli intermediari abilitati di versamenti potenzialmente duplicati prima dell’inoltro al sistema bancario e postale delle richieste di addebito su conto corrente.

"La strategia che l’Agenzia delle Entrate – ha spiegato Romano – persegue è di passare da un’Amministrazione passiva, che attende dichiarazioni e versamenti da controllare in momenti successivi, a una pro-attiva che "propone" al cittadino-contribuente soluzioni, tempi e adempimenti amministrativi semplificati. Si rovescia così il tradizionale modello di rapporto fisco-contribuente, per tendere a una relazione più serena. L’F24 Web è gratuito e consente al cittadino anche di risparmiare sulle spese di versamento (bancarie/postali)".

"Il sistema F24 Web è un’ulteriore tappa – ha dichiarato Ricci – del percorso di semplificazione e velocizzazione dei servizi ai contribuenti cominciato nel ’98 attraverso il Fisco telematico. Betty, l’assistente virtuale che Sogei sta sperimentando per l’F24 Web, parla direttamente al contribuente e lo guiderà, in tempo reale, in tutte le fasi di compilazione del modello. Betty – che ha un nome provvisorio e vi chiediamo collaborazione a trovargliene uno appropriato – comincerà a lavorare a fianco del contribuente, prevedibilmente, a partire dal prossimo autunno".

A partire dallo scorso 1° gennaio, è stato esteso a tutti i contribuenti titolari di partita Iva l’obbligo di effettuare i versamenti con modello F24 esclusivamente in via telematica, fatta eccezione per i casi particolari previsti dalla circolare 30/E del 29 settembre 2006. Lo sviluppo delle procedure di pagamento on-line va a tutto vantaggio dei contribuenti – che nel rapporto con il fisco non sono più costretti a servirsi degli intermediari – ma anche dell’Amministrazione finanziaria, poiché queste nuove modalità ottimizzano la qualità e la tempestività delle informazioni, indispensabile per un efficiente controllo dei pagamenti eseguiti.

Comments are closed.