FISCO. Agenzia delle Entrate in audizione alla Camera: segno più per l’accertamento

Segno più per l’accertamento, accelerazione dei tempi di controllo e liquidazione delle dichiarazioni dei redditi e impegno a semplificare la modulistica: sono alcuni dei punti toccati oggi pomeriggio dal direttore dell’Agenzia delle Entrate Attilio Befera nel corso di un’audizione in Commissione Finanze e Tesoro della Camera.

L’Agenzia delle Entrate registra "buone performance dell’accertamento nel 2009, con un riscosso da controlli sopra l’asticella degli 8 miliardi di euro. Nei primi undici mesi dell’anno le maggiori imposte complessivamente accertate superano i 18 miliardi, di cui circa 300 milioni grazie alla spinta data all’accertamento sintetico". In particolare, si legge in una nota, "gli interventi esterni hanno dato luogo a circa 8.500 verifiche e controlli mirati, con buoni risultati in termini di maggiori imposte constatate, sia sul fronte Iva, pari a oltre 500 mln di euro, sia sul versante delle imposte dirette e Irap, rispettivamente a quota 5,7 e 4,4 mld di euro. Sono circa 360mila gli accertamenti realizzati ai fini di imposte dirette, Iva, Irap e Registro, per maggiori imposte accertate pari a oltre 17,7mld".

Al 31 dicembre 2009, prosegue l’Agenzia, sono state sottoposte a controllo automatizzato 31,6 milioni di dichiarazioni dei redditi relative all’anno di imposta 2006 e 27,2 milioni di dichiarazioni relative al 2007. "Nella stessa ottica di efficienza e tempestività, l’Agenzia si è impegnata a tagliare i tempi di erogazione dei rimborsi, che nel 2009 sono stati oltre due milioni e hanno riportato 14,6 miliardi nelle tasche di famiglie e imprese".

L’Agenzia ha inoltre avviato un tavolo di lavoro per la semplificazione della modulistica e per rendere più chiaro il linguaggio di dichiarazioni e comunicazioni. Sarà inoltre rinnovato il sito internet istituzionale.

Comments are closed.