FISCO. Agenzie Entrate: ecco come compilare Unicoweb e UnicowebMini online

Unicoweb e UnicowebMini viaggiano online e possono essere presentati via internet. Da quest’anno Unico mini sbarca su internet e si affianca a Unicoweb, il prodotto per la compilazione del modello Unico PF ordinario, che compie un anno. È quanto ha annunciato l’Agenzia delle Entrate spiegando passo passo come presentare la dichiarazione dei redditi modello Unico online.

Occorre prima avere un codice pin, che può essere richiesto tramite il sito internet dell’Agenzia compilando un apposito modello. Il sistema fornisce subito le prime 4 cifre del codice pin, mentre le successive 6 saranno recapitate direttamente a casa del contribuente entro 15 giorni, insieme alla password per il primo accesso. In alternativa, il pin può essere richiesto presentandosi, con un documento di riconoscimento, presso un qualsiasi ufficio dell’Agenzia. A disposizione anche il call center delle Entrate – che risponde al numero 848.800.444 – per i contribuenti che vogliono "accreditarsi" per poter utilizzare i servizi online dell’Agenzia.

Una volta ottenuto il pin, basta collegarsi alle pagine dedicate ai servizi telematici – http://telematici.agenziaentrate.gov.it – accessibili anche dal sito internet dell’Agenzia (box "Servizi telematici" in home page), e inserire le proprie credenziali: codice fiscale e password. Il codice pin servirà in un secondo momento, e cioè – se si desidera accedere al servizio di compilazione e trasmissione via web del modello Unico – non appena selezionata la voce "Unico web" nel menù "Strumenti".

A questo punto un test aiuterà il contribuente a capire quale modello è il più adatto a lui: se Unico tradizionale o Unico mini. Infatti non tutti possono usare il modello ridotto: la versione "mignon" è dedicata ai contribuenti residenti in Italia che hanno percepito uno o più tipi di redditi tra: redditi di terreni e di fabbricati, di lavoro dipendente o assimilati, di pensione, derivanti da attività commerciali e di lavoro autonomo non esercitate abitualmente e che intendono fruire delle detrazioni e deduzioni per gli oneri sostenuti e delle detrazioni per carichi di famiglia e lavoro. Gli altri, invece, saranno dirottati su Unicoweb, ma non se si tratta di contribuenti soggetti agli studi di settore, con redditi da partecipazione o che devono presentare il modello Iva: questi ultimi, infatti, non potranno fare a meno di optare per Uniconline e dovranno, di conseguenza, scaricare sul pc il relativo software.

Una volta entrati nella procedura, il sistema guida il contribuente alla compilazione della dichiarazione. Optando per la "precompilata", l’applicazione mette inoltre a disposizione una serie di informazioni presenti nella dichiarazione Unico o 730 presentata nel 2008 e offre la possibilità di visualizzare i versamenti fatti nel 2008 tramite F24. Il sistema accompagna l’utente alla compilazione di quadri e righi, mostra all’occorrenza le istruzioni, segnala con icone e messaggi di errore eventuali incongruenze o dati inesatti, e liquida l’imposta.

Dopo aver compilato e confermato tutti i quadri, è possibile stampare la dichiarazione, per rileggerla e controllarla sulla carta, o inviarla direttamente cliccando su "Invia dichiarazione". La ricevuta sarà immediatamente disponibile alla voce "Ricerca ricevute" (secondo menù a sinistra: "Ricevute"), mentre, cliccando su "F24 web" sarà possibile pagare contestualmente le relative imposte tramite l’applicazione "F24 da Unico web 2009 PF". Il termine ultimo per l’invio di Unico da parte delle persone fisiche è fissato al 30 settembre.

Comments are closed.