FISCO. Al via controlli di Entrate e GdF su 76 filiali elvetiche contro l’evasione

Si è aperta stamattina la partita di controlli di Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza contro l’evasione fiscale. Sono 76 le filiali di banche svizzere e di uffici bancari collegati a intermediari elvetici o situati nei pressi di San Marino controllati da centinaia di agenti del Fisco. Nel mirino degli agenti il corretto adempimento degli obblighi di comunicazione all’Archivio dei rapporti finanziari, imposti alle banche ed altri intermediari finanziari, di tutti i rapporti intrattenuti con la clientela e delle operazioni svolte al di fuori di rapporti continuativi.

Sono obbligati a effettuare le comunicazioni all’Archivio dei rapporti finanziari, in via telematica e con cadenza mensile: le banche, la società Poste italiane Spa, gli intermediari finanziari, le imprese di investimento, gli organismi di investimento collettivo del risparmio, le società di gestione del risparmio e ogni altro operatore finanziario. L’obbligo ricade anche sulle filiali estere di operatori italiani e, ovviamente, su quelle italiane di operatori esteri. Si tratta, complessivamente, di circa 13.000 operatori. Ad oggi l’Archivio censisce oltre 950 milioni di rapporti ed oltre 90 milioni di soggetti con operazioni extra-conto.

Il corretto adempimento degli obblighi di segnalazione dei rapporti con la clientela, da parte di questi operatori, è considerato particolarmente importante dal Fisco italiano, soprattutto ai fini delle indagini in tema di evasione fiscale internazionale. Ulteriori campagne di controlli verranno successivamente sviluppate nei confronti di altre categorie di operatori finanziari.

Comments are closed.