FISCO. Anci: rivedere la quantificazione del mancato gettito Ici per i Comuni

Rivedere la quantificazione dei fondi per la compensazione del mancato gettito Ici per la prima casa o consentire ai Comuni l’autocertificazione. È la richiesta contenuta nella lettera che Fabio Sturani, Vicepresidente dell’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) con delega alla finanza locale ha inviato al Ministro dell’Economia Giulio Tremonti.

Finanziaria 2008 e Decreto legge 93/2008 dispongono di una copertura non sufficiente, sottolinea l’Anci, che ha effettuato un confronto fra le diverse "stime statali" di copertura finanziaria per il minor gettito Ici e gli ultimi dati ufficiali disponibili forniti dal Ministero dell’Interno. I consuntivi 2006 quantificano in 3.177 milioni di euro il mancato gettito, mentre le autocertificazioni si attestano a 3.009 milioni di euro.

"Sia in relazione alla Finanziaria 2008 che al DL 93/2008, la copertura prevista – afferma Sturani – appare sottostimata. La quantificazione contenuta nella relazione tecnica alla Finanziaria 2008 è infatti di 2.665 milioni di euro mentre quella del DL 93/2008 è di 2.604 milioni di euro. Addirittura nel DL 93/2008 la copertura, nonostante l’ampliamento della base imponibile e la possibile variazione delle aliquote per l’anno 2008, risulta minore di quella stimata nella relazione tecnica alla legge Finanziaria 2008". Le soluzioni proposte dall’Anci potrebbero dunque riguardare "o l’aumento dello stanziamento per avvicinarlo ai dati ufficiali disponibili, oppure aprire la possibilità di rivedere l’entità dei fondi destinati a questo fine attraverso la certificazione da parte dei Comuni del mancato gettito del tributo".

Comments are closed.