FISCO. Assistenza fiscale, ecco il nuovo sistema sanzionatorio

L’Agenzia delle Entrate ha oggi pubblicato una circolare (52/E) in cui si precisa il nuovo sistema sanzionatorio in caso di violazioni da parte di Caf, i professionisti e i sostituti d’imposta. La novità – spiega l’Agenzia, trae origine dalle modifiche introdotte dall’ultima Finanziaria in riferimento alla qualificazione giuridica delle sanzioni, ricondotte ora in un quadro normativo amministrativo-tributario mentre in precedenza erano annoverate tra quelle amministrative ma non tributarie. La modifica quindi ha determinato un riorientamento dell’intero dispositivo sanzionatorio preesistente, in direzione di una maggiore razionalità ed omogeneità.

Tra le novità vi è la possibilità di ricorrere all’istituto del ravvedimento operoso, sia nei casi di tardiva trasmissione telematica delle dichiarazioni da parte dei soggetti incaricati che per il rilascio del visto di conformità e dell’asseverazione in maniera infedele, incluse le violazioni commesse dai sostituti nell’attività di assistenza fiscale. In caso di violazioni ripetute e particolarmente gravi non è previsto alcuno sconto. Infine, per violazioni come il rilascio del visto di conformità e dell’asseverazione in maniera infedele, o di infedeltà della certificazione tributaria rilasciata, i Caf, i sostituti d’imposta e i professionisti potranno vedersi contestare e irrogare determinate sanzioni, il cui importo dipende dalle condizioni riscontrate.

Comments are closed.