FISCO. Bonus sociale, ecco i modelli per la presentazione della domanda

Tutto pronto per la presentazione delle domande relative all’acquisizione del bonus straordinario, introdotto dal decreto legge n. 185/2008, e indirizzato a sostenere le famiglie a basso reddito alle prese con gli effetti indotti dalla crisi economica. Il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha approvato, infatti, nei giorni scorsi i modelli per la richiesta del bonus che dovranno essere compilati e presentati dai soggetti che ne hanno diritto.

Cos’è il bonus – Il beneficio, di cui potranno avvantaggiarsi milioni di famiglie, consiste in un bonus straordinario, erogato quindi una sola volta, il cui ammontare può variare da 200 fino a 1.000 euro in considerazione sia del reddito sia dei componenti del nucleo familiare che ne fa richiesta. Peraltro, come indicato dalla norma, il beneficio erogato non costituisce reddito né a fini fiscali, né a quelli previdenziali, né tanto meno per il rilascio della social card.

Chi sono i beneficiari – Il bonus può essere richiesto dai cittadini residenti, lavoratori e pensionati, incluse persone non autosufficienti, che facciano parte di una famiglia qualificata come a basso reddito. A questo riguardo, il reddito complessivo familiare che dà diritto al beneficio non deve comunque superare la soglia dei 35mila euro l’anno.

È la scelta dell’anno d’imposta che detta i tempi e le modalità – Le scadenze per richiedere l’agevolazione dipendono dall’anno d’imposta che viene preso come riferimento per la verifica dei requisiti previsti dalla norma per il riconoscimento del bonus. A questo riguardo, due sono le alternative. Gli aspiranti beneficiari che scelgono come anno di riferimento il 2007 devono presentare la richiesta al datore di lavoro o all’ente pensionistico entro il 31 gennaio 2009, utilizzando il modello predisposto per la richiesta del bonus al sostituto d’imposta e agli enti pensionistici, che erogheranno il beneficio nei successivi mesi, rispettivamente, di febbraio e marzo. Nei casi in cui il beneficio non è erogato dai sostituti d’imposta, la domanda potrà essere invece inviata, in via telematica, all’Agenzia delle Entrate entro il 31 marzo 2009, utilizzando il modello denominato "Modello per la richiesta all’Agenzia delle Entrate del bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienza".

Per tutti coloro che scelgono di richiedere il beneficio in relazione al nucleo familiare e ai redditi relativi all’anno di imposta 2008, c’è invece tempo fino al 31 marzo 2009 per presentare la domanda al datore di lavoro o all’ente pensionistico, che erogheranno il bonus nei successivi mesi, rispettivamente, di aprile e maggio, oppure entro il 30 giugno 2009 all’Agenzia delle Entrate, ma soltanto per i contribuenti esonerati dall’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi.
Infatti, i contribuenti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi potranno richiedere il bonus straordinario con la dichiarazione relativa al periodo d’imposta 2008.

Il testo del provvedimento è disponibile sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate – www.agenziaentrate.gov.it. Sul quotidiano telematico dell’Agenzia – www.nuovofiscooggi.it – sarà inoltre pubblicato un articolo di approfondimento sul tema.

Comments are closed.