FISCO. Cartelle di pagamento prive di nome, Cncu e Equitalia rinviano decisione

Rinviata alla prossima riunione del tavolo tecnico tra il Gruppo di lavoro del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (Cncu), che si terrà nel mese di febbraio, la decisione sulle vecchie cartelle di pagamento prive del nome del responsabile. Lo rende noto in un comunicato Cncu.

La decisione è stata presa nel corso della riunione che si è svolta oggi tra il Consiglio e i rappresentanti delle società di riscossione pubblica Equitalia e Riscossione Sicilia. Tra le questioni all’ordine del giorno anche le conseguenze dell’ordinanza della Corte Costituzionale n. 377 del 2007 che ha stabilito l’obbligo di indicare il nome del responsabile del procedimento nelle cartelle di pagamento.

"Data l’importanza della questione – ha spiegato Carlo Pileri, portavoce del gruppo tecnico del CNCU – si è deciso di rinviare ogni valutazione e decisione alla prossima riunione plenaria del Consiglio, prevista alla fine di febbraio, dove saranno presenti i presidenti delle 16 associazioni nazionali dei consumatori e a cui sono stati invitati ad intervenire anche i rappresentanti di Equitalia e Riscossione Sicilia".

Comments are closed.