FISCO. Cinque per mille, arriva il vademecum per gli enti beneficiari

Cinque per mille, arriva il vademecum per gli enti beneficiari. Nella circolare n. 27/E i requisiti richiesti agli enti beneficiari alla luce delle novità introdotte dalla finanziaria 2008 e dal milleproroghe. Lo riferisce in una nota l’Agenzia delle Entrate. Concorrono al riparto delle quote le fondazioni nazionali di carattere culturale che abbiano ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica attraverso l’iscrizione nei registri prefettizi, mentre sono escluse quelle iscritte nei registri delle persone giuridiche istituiti presso le regioni. Le fondazioni nazionali di carattere culturale sono ammesse alla ripartizione del cinque per mille anche per l’anno 2007. Rientrano inoltre tra i destinatari del beneficio le associazioni sportive dilettantistiche che abbiano ottenuto il riconoscimento rilasciato ai fini sportivi dal Coni, anche se prive di personalità giuridica. Queste associazioni concorrono al riparto delle quote anche per gli anni 2006 e 2007.

Come ci si iscrive agli elenchi? L’elenco relativo a Onlus, associazioni di promozione sociale, associazioni riconosciute senza scopo di lucro operanti in via esclusiva o prevalente nei settori previsti dalla legge e fondazioni nazionali di carattere culturale è curato dall’Agenzia delle Entrate. Questi enti possono iscriversi entro il 31 marzo prossimo usando i servizi telematici o ricorrendo agli intermediari autorizzati. Inoltre sul sito dell’Agenzia sono disponibili il nuovo modello di iscrizione, le istruzioni e il software per la compilazione. Online dal 7 aprile anche la lista dei soggetti beneficiari.

Nel caso dovessere emergere errori di iscrizione nell’elenco, il legale rappresentante dell’ente interessato può rivolgersi alla direzione regionale dell’Agenzia territorialmente competente. Le richieste di correzione possono essere presentate entro il 14 aprile 2008 ed entro quattro giorni le Entrate pubblicheranno la versione aggiornata. Inoltre i legali rappresentanti avranno tempo fino al 30 giugno per inviare alla direzione regionale competente una dichiarazione attestante la persistenza dei requisiti che danno diritto all’iscrizione.

LINK: leggi la circolare n. 27/E

Comments are closed.