FISCO. Compie un anno il patto antievasori Inps-Agenzia delle Entrate

Il patto antievasori siglato fra Inps e Agenzia delle Entrate compie un anno. Per l’occasione, il presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua, e il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, hanno fatto il punto sui risultati raggiunti. Il bilancio parla di "oltre 20mila nuovi iscritti all’Inps (il 45% dei soggetti intercettati grazie all’incrocio dei dati forniti dall’Agenzia delle Entrate): è il risultato dell’operazione "sperimentale" denominata Poseidone che, nel solo 2009, ha raggiunto con 45mila lettere altrettanti contribuenti invitati a prendere contatti con l’Istituto di previdenza. In particolare, delle 20mila nuove iscrizioni, 7mila riguardano la gestione commercianti e 13mila la gestione separata". L’operazione è proseguita con la verifica delle posizioni di 120mila liberi professionisti non iscritti alla gestione separata Inps.

Annunciano in una nota stampa Inps e Agenzia delle Entrate: "Nel 2010, attraverso una cabina di regia regionale, i due Enti daranno attuazione alla norma prevista dalla legge 102 del 3 agosto 2009, per l’individuazione ed il controllo di un bacino di categorie di soggetti che presentano anomalie, con stretto riferimento alla loro capacità contributiva. L’attività di analisi e di intelligence si avvarrà di specifici indicatori di coerenza previsti per gli studi di settore. Dalla base dati relativa agli studi, infatti, all’interno di una platea generale di circa 800mila soggetti per anno, verranno selezionati tutti coloro che negli ultimi anni sono risultati incoerenti in relazione agli indicatori di produttività/rendimento/valore aggiunto per addetto".

Comments are closed.