FISCO. Gdf: un negozio su tre non rilascia gli scontrini

Un negozio su tre non rilascia gli scontrini fiscali. E’ quanto emerge dai controlli effettuati dalla Guardia di Finanza in cinque regioni italiane: Trentino Alto Adige, Veneto, Sicilia, Puglia e Campania. Ad assicurarsi il primato in questa "triste" classifica è la Campania, dove a non emettere lo scontrino sono il 42,15% dei commercianti "visitati" dagli ispettori fiscali. In un solo mese i commercianti multati sono stati 4.104, il 27,2% dei 15.094 esercenti controllati. In base alle nuove norme della Finanziaria sono anche state disposte le prime chiusure di negozi.

Una quota alta di irregolarità è stata registrata anche in Sicilia: 1.074 i commercianti multati, pari al 31,15% dei 3.448 sui quali è stato effettuato un controllo. Per un negoziante, scoperto per più di tre volte a non staccare scontrini dai dipendenti dell’Agenzia delle Entrate, è scattata anche la chiusura dell’esercizio.

E’ la Puglia la regione in cui è stato realizzato il maggior numero di verifiche: 4.050 ma nel 22,94% dei casi lo scontrino era stato emesso regolarmente, con 929 contribuenti multati perchè allergici agli scontrini fiscali. Più bassa è invece la percentuale di commercianti poco attenti al fisco in Trentino Alto Adige e in Veneto, con una quota di "irregolarità" rispettivamente del 23 e del 20%. Nel Veneto, dove nei giorni scorsi la Guardia di Finanza aveva annunciato la chiusura di cinque negozi, sono stati effettuati 3.574 controlli che hanno portato a sanzionare 724 irregolarità. In Trentino Alto Adige le multe sono state fatte a 386 contribuenti sui 1.671 controllati.

Comments are closed.