FISCO. Italia deferita alla Corte Ue per aver discriminato oli lubrificanti stranieri

L’Italia è stata deferita alla Corte di Giustizia Europea per aver applicato agevolazioni fiscali per la produzione di oli lubrificanti rigenerati ottenuti da oli usati raccolti esclusivamente in Italia. Questo ha discriminato gli oli provenienti dagli altri Stati membri ed ha scoraggiato i produttori italiani a utilizzare oli raccolti fuori dal territorio italiano.

L’Italia sostiene che le norme nazionali in questione sono motivate da ragioni di tutela dell’ambiente in quanto costituiscono un incentivo per i produttori a raccogliere effettivamente gli oli usati anziché lasciare che si disperdano nell’ambiente.

La Commissione Ue, invece, è convinta che questa norma violi l’articolo 90 del Trattato CE, che garantisce parità di trattamento per i prodotti nazionali ed esteri, e ha deferito l’Italia alla Corte Ue. Nel 1989 la Corte ha affermato che l’estensione dell’agevolazione fiscale concessa per i prodotti nazionali a prodotti similari importati non compromette il conseguimento degli obiettivi ambientali.

Comments are closed.