FISCO. Lazio: bollo auto, chiesto pagamento nonostante incentivi. UNC scrive a presidente Polverini

Bollo auto: ai consumatori della Regione Lazio stanno arrivando richieste di pagamento di sanzioni per il bollo non pagato nel 2007, quando la legge prevedeva un’esenzione legata a incentivi per l’acquisto di auto euro 4 o euro 5 a seguito di rottamazione. È quanto denuncia l’Unione Nazionale Consumatori, che ha deciso di scrivere al presidente della Regione Renata Polverini.

"In questi giorni – è la denuncia dell’UNC – sembra siano diversi i consumatori che stanno ricevendo dalla Regione Lazio un ‘atto di accertamento e contestuale irrogazione di sanzioni’ per il mancato pagamento del bollo auto per l’anno 2007. Nulla di strano se non fosse che questi consumatori avendo acquistato un’auto beneficiando degli incentivi avrebbero dovuto usufruire dell’esenzione dal pagamento del bollo auto per due o tre annualità. Questo in virtù della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007), che prevedeva tali agevolazioni per chi avesse acquistato nel 2007 un’automobile nuova ‘euro 4’ o ‘euro 5’, rottamandone una ‘euro 0’ o ‘euro 1’".

Commenta oggi il segretario generale Massimiliano Dona: "E’ inaccettabile che sui consumatori ricadano le inefficienze della Pubblica Amministrazione. Ecco perché abbiamo rivolto all’On. Renata Polverini, Presidente della Regione, la richiesta di chiarimenti in merito alle cause che hanno determinato questa situazione. Tali procedure si rivelano oltremodo onerose sia per il cittadino che per la Pubblica Amministrazione. Confidiamo quindi – conclude Dona – in un tempestivo intervento da parte dell’On. Polverini volto a offrire chiarimenti in merito".

Comments are closed.