FISCO. Milleproroghe, Federconsumatori e Adusbef: “No ad aumento soglia tasso di usura”

Al Milleproroghe in discussione al Senato spunta l’ipotesi di un aumento della soglia del tasso di usura. È quanto riportano le agenzie di stampa facendo riferimento a una possibilità che potrebbe essere inserita nel maxiemendamento al decreto, sul quale dovrebbe essere posta la fiducia da parte del Governo. Il tutto è immediatamente bocciato da Federconsumatori e Adusbef che dichiarano "incomprensibile ed improponibile l’ipotesi di aumentare la soglia del tasso d’usura".

"Siamo nettamente contrari ad un provvedimento di questo genere", dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, che commentano: "Già sui prestiti erogati, ad ogni livello, ci si guadagna abbondantemente, basterebbe citare a tale proposito le carte revolving, veri e propri strumenti infernali. Innalzare questa soglia vorrebbe dire incrementare ulteriormente tale margine di guadagno a spese, ancora una volta, dei cittadini. In un momento di grave difficoltà come questo non ci sarebbe misura più sbagliata. Per tale motivo Federconsumatori ed Adusbef si oppongono con decisione a tale misura, che contrasteranno con ogni iniziativa, anche di carattere legale".

In giornata, l’ipotesi è rientrata. La misura, comparsa in una bozza del maxiemendamento, non è stata infatti inserita nel testo definitivo arrivato in Aula.

Comments are closed.