FISCO. Miozzi (MC): “Il Governo si dedichi alla lotta all’evasione”

"Un Paese civile non può lasciare nella disperazione decine di migliaia di famiglie. Non garantire gli ammortizzatori sociali e, comunque gli assegni di sussistenza, ai precari e ai lavoratori espulsi dal ciclo produttivo, significa costruire e accettare una società ingiusta e non solidale". E’ il commento di Lorenzo Miozzi, presidente di Movimento Consumatori che aggiunge: "Senza una ferrea lotta all’evasione e all’elusione non sarà possibile nessuna seria politica di welfare".

Il Governo, invece, ha scelto la strada opposta – spiega Miozzi – I provvedimenti che hanno annullato la tracciabilità dei compensi dei professionisti, l’innalzamento a 12.500 euro della soglia entro la quale possono essere emessi assegni "liberi", sono stati varati con un unico obiettivo: rendere più facile l’evasione fiscale".

Comments are closed.