FISCO. Napoli, Giudice di Pace in rete per risolvere contenziosi in materia di codice della strada

Presto per i cittadini napoletani, sarà più semplice affrontare i contenziosi in materia di violazioni del Codice della Strada: entro 12 mesi, infatti, il Giudice di pace di Napoli sarà in rete, in collegamento con le altre istituzioni interessate. Lo prevede la convenzione, firmata oggi, presso la Corte d’appello di Napoli, tra Equitalia, Ministero della Giustizia, Giudice di pace, Comune e Prefetto di Napoli grazie alla quale si eviteranno cartelle di pagamento e procedure esecutive non dovute nei confronti di chi ha fatto ricorso al Giudice di pace contro una multa.

In base alla convenzione, analoga a quella già firmata a Roma, Equitalia fornirà l’infrastruttura tecnica necessaria che consentirà anche a Napoli di smaltire l’arretrato delle sentenze non ancora registrate. Equitalia ha già dotato il Centro elaborazione dati del Ministero della Giustizia di un server che, insieme al nuovo Sigp (Sistema Informativo dei Giudici di Pace), permette di supportare lo scambio rapido di dati per tutti i Giudici di pace d’Italia. L’iniziativa è destinata ad estendersi anche ad altre città.

Comments are closed.