FISCO. Rimborsi imposte dirette: Agenzia Entrate chiede ai contribuenti coordinate bancarie

E’ cominciata lo scorso 10 luglio scorso, da parte dell’Agenzia delle Entrate, la spedizione di circa 90.000 lettere con le quali viene richiesto, ad altrettanti contribuenti, di fornire le coordinate del conto corrente bancario o postale sul quale poter accreditare i rimborsi alle imposte dirette.
In proposito, l’Agenzia con un comunicato stampa fa sapere che i contribuenti interessati possono fornire le coordinate del proprio conto corrente esclusivamente in uno dei tre modi seguenti:

  • Presso un ufficio postale, consegnando personalmente, entro il 19 settembre, il modulo ricevuto per posta. Nel modulo è necessario riportare tutti gli estremi del proprio conto corrente ponendo particolare attenzione alla presenza del CIN.
  • In uno qualsiasi degli uffici locali dell’Agenzia delle Entrate, presentando, in ogni momento dell’anno, una richiesta su carta libera nella quale devono essere riepilogati tutti i dati del proprio conto corrente, o in alternativa, il modulo ricevuto per posta.
  • Via internet, accedendo al sito www.agenziaentrate.gov.it. Dal sito, una volta ricevuto il PIN, è possibile fornire all’amministrazione fiscale, in modo sicuro e confortevole, le coordinate del proprio conto corrente bancario o postale.

L’organismo tributario precisa che le coordinate dei conti correnti non devono mai essere spedite per posta e non devono essere inviate per fax.In caso di richieste dubbie e per ogni altra informazione, l’Agenzia delle Entrate ricorda ai contribuenti che, oltre ai propri uffici distribuiti sul territorio, sono a disposizione dei cittadini il Call Center Rimborsi (800100645 completamente gratuito) ed i Centri di assistenza Multicanale (848800444 al costo delle telefonate urbane). Il servizio di assistenza telefonica è attivo dal lunedì al venerdì – dalle 9 alle 17 – ed il sabato – dalle 9 alle 13.

 

Comments are closed.