FISCO. Roma, Ici prima casa: approvate detrazioni fino a 300 euro

Dal prossimo pagamento Ici 2008, le 750.000 famiglie romane che abitano nella casa di proprietà potranno sommare le detrazioni per la prima casa: quelle previste dalla Finanziaria 2008 più quelle già esistenti, fino ad un tetto massimo di 303,29 euro. Lo stabilisce una delibera dell’ex Giunta capitolina, ratificata dal Commissario straordinario, Prefetto Mario Morcone e resa nota dal Comune di Roma.

Nella Capitale la detrazione prima casa è di 103,29 euro, ora va aggiunto lo "sconto" dell’1,33 per mille sull’imponibile (max 200 euro). Sono state confermate, inoltre, le agevolazioni già introdotte nel 2007: esenzione o riduzione di 90 euro per le famiglie disagiate, in base ai parametri Isee di calcolo del reddito. Immutate anche le aliquote: 4,6 per mille la prima casa, 7 l’aliquota ordinaria. E restano invariati gli importi in altri casi: abitazioni in uso a parenti, affittate a canone concordato o non affittate da oltre due anni.

"Con la somma delle agevolazioni – ha sottolineato il sub commissario al Bilancio e al Commercio, Antonio Colaianni – si arriverà ad un importo medio per famiglia di circa 140 euro". La misura non peserà sulle casse del Comune, dato che la stessa Finanziaria prevede che lo Stato rimborsi il minor gettito.

Comments are closed.