FORMAZIONE. In arrivo i rimborsi per studenti delle scuole paritarie

Per poco più di 112 mila studenti che frequentano le scuole paritarie sono in arrivo i contributi statali. Si tratta di un assegno annuo che va da 220 a 346 euro per complessivi 30 milioni di euro. Lo prevede un decreto del ministero dell’istruzione – datato 30 marzo 2006 e pubblicato il 14 aprile scorso – firmato dal ministro Letizia Moratti, che fissa appunto gli importi per le spese sostenute per l’iscrizione alle scuole paritarie nell’anno scolastico 2005-2006. Ad erogare i contributi saranno le Poste Italiane che per questo hanno stipulato una convenzione con lo stesso Miur.

Il provvedimento del Miur precisa che gli alunni iscritti quest’anno scolastico alle scuole paritarie sono in totale 112.645. In particolare: 27.869 alle scuole primarie paritarie non parificate per i quali è stato fissato un contributo annuo di 220 euro; 63.232 alle scuole secondarie di primo grado paritarie che riceveranno 260 euro; 21.544 al primo anno delle scuole secondarie di se condo grado paritarie ai quali è stato assegnato un contributo di 346 euro. L’entità degli importi agli alunni delle paritarie sono fissati annualmente con decreto del Miur sulla base del numero degli iscritti nelle scuole paritarie, e può variare quindi in relazione al corso scolastico cui si riferisce.

I contributi riguardano il pagamento della retta d’iscrizione alle scuole primarie paritarie non parificate, alle scuole secondarie di primo grado paritarie e al primo anno delle scuole secondarie di secondo grado paritarie. Il contributo – precisa ancora il decreto – deve intendersi al lordo del costo della commissione per il servizio finanziario reso da Poste Italiane ed è erogato agli aventi diritto in base alla regolarità dell’ iscrizione ed all’avvenuto pagamento della relativa retta scolastica.

 

Comments are closed.