FORUM P.A. Coniugare garanzia della privacy con la diffusione della sanità elettronica

"Coniugare la garanzia della privacy con la diffusione della sanità elettronica". E’ questo il messaggio lanciato da Giuseppe Chiaravallotti, Vice Presidente Garante per la protezione dei Dati Personali, che oggi durante il convegno sul tema nel corso del Forum P.A.,ha sottolineato: " La rete è diventata indispensabile nella vita quotidiana e anche nella sanità. Bisogna proteggere però i dati personali e sensibili che immettendoli in rete possono essere accessibili a tutti. Il tema della tutela dei dati personali è un tema delicato non solo per i pazienti, che sono i diretti interessati, ma anche per le P.A che devono utilizzarli con l’opportuno consenso".

La sanità efficiente è un vantaggio per i cittadini- continua il vice presidente – per cui è necessario conciliare l’efficienza del sistema con la tutela del soggetto. Obiettivo raggiungibile se le amministrazioni sanitarie rispettano i criteri qualitativi". Il rappresentante dell’Authority appoggia il progresso tecnologico e l’utilizzo dell’informatica, riconoscendo i vantaggi per i pazienti che possono prenotare una visita on line e accelerare le procedure che in tempi passati richiedevano tempi biblici, ma conclude Chiaravallotti: "Bisogna sviluppare tutti gli strumenti di efficienza e sicurezza, altrimenti si rischia di innescare un meccanismo fuorviato da informazioni false e imprecise, fornite da pazienti che potrebbero mentire sui propri sintomi. Manteniamo la possibilità che il cittadino accanto alla prenotazione on line possa recarsi allo sportello per svolgere le sue tradizionali procedure e auspichiamo attraverso le norme comunitarie che si realizzi un disciplinare tecnico per le pubbliche amministrazioni affinché si evitino dispersione dei dati o abuso degli stessi".

Comments are closed.