FORUM PA. Autorità energia: dal quadro regolatorio strumenti concreti per iniziative anticrisi

"Nell’attuale contesto internazionale di instabilità e rischiosità economico-finanziaria gli investimenti energetici possono considerarsi anche approdo sicuro e ottima opportunità per iniziative industriali e finanziarie che assicurino un’equa e garantita remunerazione agli investitori, assieme all’energia necessaria per la ripresa, ovviamente a prezzi e qualità sempre più convenienti per i consumatori": è quanto ha detto oggi il presidente dell’Autorità per l’energia Alessandro Ortis intervenendo al Forum PA in corso a Roma. Per Ortis "il quadro regolatorio e tariffario nazionale è stato disegnato per facilitare gli investimenti necessari allo sviluppo delle infrastrutture energetiche (reti interne e collegamenti transfrontalieri per energia elettrica o gas; rigassificatori; stoccaggi gas) e quindi costituisce anche un concreto contributo a sostegno di iniziative e cantieri anticrisi".

Il presidente dell’Autorità ha ricordato le soluzioni tariffarie adottate a sostegno degli investimenti nazionali e ha sottolineato come negli anni passati l’energia sia stata concausa della crisi mentre "ora il settore energetico può invece diventare, anche attraverso investimenti per lo sviluppo delle infrastrutture, una leva utile per l’attenuazione e il superamento della stessa crisi. In coerenza con le scelte istituzionali nazionali e per facilitare un simile percorso di sviluppo infrastrutturale, l’Autorità sta pure rafforzando la cooperazione con gli altri Regolatori europei e del Mediterraneo. È infatti necessario offrire, ad operatori e investitori, quadri normativi sempre meglio regolati, più armonizzati e quindi adatti a promuovere – ha aggiunto – gli investimenti per il necessario potenziamento delle interconnessioni internazionali, migliorando così la sicurezza e la competitività del nostro sistema energetico".

Comments are closed.