FORUM PA. Convegno conclusivo, “Entriamo nel merito”

"In questo Forum PA ho visto una bella Italia piena di eccellenze, un’Italia che sta facendo a gara a produrre innovazione nei servizi pubblici". Ha esordito così il Ministro della Funzione Pubblica e dell’Innovazione Renato Brunetta, aprendo il convegno conclusivo del Forum PA, che si chiude oggi alla Fiera di Roma.Brunetta ha ribadito un concetto, ripetuto più volte nel corso del Forum, e cioè che "siamo in un momento di Stato nascente, in cui tutti stiamo convergendo verso la stessa cosa".

Sono la trasparenza e il merito le cose a cui si riferisce il Ministro e che sono i due cardini della sua riforma, della sua "rivoluzione culturale". "Anche le banche stanno pensando di inserire il sistema delle emoticon nelle loro attività – ha detto Brunetta – quasi come se non basti più la reazione del mercato ma si vada sempre di più verso la reazione del cittadino". Dunque questo è il cambiamento che sta cercando di introdurre Renato Brunetta nella PA italiana, ma cosa ne pensano i cittadini?

"La cosa più importante di questo processo è quello di vedere se il cittadino può davvero essere un agente di cambiamento del sistema – ha chiarito Teresa Petrangolini, Segretario generale di Cittadinanzattiva – il cittadino italiano ha una gran voglia di esprimere la propria valutazione, ma il problema è che spesso non viene ascoltato. E per questo non c’è bisogno di un’agenzia apposita che fa la valutazione perché il cittadino è in grado di farlo da solo. Ad esempio – ha continuato Petrangolini – noi stiamo studiando un metodo attraverso il quale il cittadino può misurare la sua valutazione anche nella scuola. Recentemente abbiamo pubblicato dei bandi per fare audit civici negli ospedali e siamo stati sommersi dai volontari che volevano farlo. Dunque, visto che in Italia è molto alto il grado di partecipazione alla cosa pubblica, è bene che si dia la possibilità ai cittadini di andare al di là dei semplici utenti, trasformando i servizi pubblici nella nostra casa".

Secondo Renato Brunetta la risposta a questo è sempre la trasparenza e quindi via alla "pubblicazione dei curricula di tutti gli insegnanti, oltre che dei dirigenti della PA, e si può pensare anche alla pubblicazione degli indici di performance degli esaminatori dei vari corsi universitari, così si può scoprire se un esaminando è più bravo di un esaminatore".

E di "alleanza tra i cittadini" ha parlato il Sindaco di Milano Letizia Moratti, che è anche tra i Sindaci firmatari del "Manifesto del Merito" che è stato distribuito durante il convegno di oggi. Sono dieci gli obiettivi per cui si dovrebbero battere i cittadini, in base a questo Manifesto: "dare alla città le risorse sulla base della qualità dei servizi offerti al cittadino; premiare chi lavora di più e meglio al servizio dei cittadini nella PA; rafforzare l’azione di chi tutela il benessere della persona con professionalità e umanità". "L’alleanza vera con i cittadini è l’elemento che fa scattare il cambiamento" ha detto Moratti. Il Ministro Brunetta ha concluso con un annuncio: "Sto preparando un decreto da concertare sui tetti dei manager pubblici che devono essere i primi a dare il buon esempio. Inoltre la prossima settimana pubblicherò il compenso di oltre 30mila amministratori di 10mila enti partecipati".

Comments are closed.