FORUM PA. Utilizzare la rete per conservare e consultare il patrimonio culturale

"Un sito web per la storia dell’architettura: la vita e l’archivio di Luigi Moretti". E’ stato questo il tema del primo incontro delle serie di convegni organizzati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali presso il Forum PA 2008. L’incontro di ieri ha voluto presentare il sito web www.architettoluigimoretti.it realizzato dall’Archivio centrale dello Stato: 7731 immagini di disegni autografi e di elaboratori di progetto, 1475 fotografie, la biografia dell’architetto, l’elenco completo delle opere, dei progetti e dei premi a lui assegnati, alcuni video dell’epoca e una ricca bibliografia sono ora disponibili su internet.

La Direzione generale per gli archivi, nell’ambito delle iniziative organizzate dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, cerca di mostrare che con una maggiore e condivisa progettualità, con una razionalizzazione organizzativa e nuovi modelli di gestione si possono realizzare efficienti servizi al cittadino, senza generare necessariamente degli sprechi di risorse.

L’approccio giusto è quello di stringere un’intesa con gli enti territoriali, sulla base di una strategia forte orientata alla massima diffusione della conoscenza del patrimonio documentario conservato negli Archivi. Questa conoscenza però deve essere rivolta ad un pubblico più vasto rispetto a quello specialistico degli addetti ai lavori.

In quest’ottica a settembre 2007 è stato avviato il progetto "I libri degli Archivi free on-line: un servizio utile e di qualità" a cura di Patrizia Ferrara. E’ possibile scaricare gratuitamente i volumi editi nelle collane delle Pubblicazioni degli Archivi di Stato su www.archivi.beniculturali.it/pubblicazioni-free. Attualmente sono stati inseriti 70 volumi ed anche la "Rassegna degli Archivi di Stato" a partire dal 2000.

Attraverso una vasta circolazione delle pubblicazioni degli archivi si realizzano i fini istituzionali di tutela e valorizzazione del patrimonio archivistico. Ad oggi si stima che siano stati 41mila gli accessi all’intera sezione, ed i costi sono stati minimi, avendo recuperato i file di stampa dalle tipografie di tutto il materiale inserito. Si consolida sempre di più nella società di oggi una domanda di studio delle fonti e di letture specifiche, legata al bisogno di ritrovare le radici secondo un percorso di ricerca individuale e di comunità.

Oggi pomeriggio si terrà un seminario dal titolo "Michael e il territorio: un canale internazionale per l’accesso e la valorizzazione della diversità", organizzato dall’Osservatorio Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali.

Comments are closed.