FORUM PA. Venezia, la rivoluzione delle tecnologie di rete nella pubblica amministrazione

Wifi gratis per tutti, dematerializzazione, accesso alla rete quale diritto di cittadinanza. Sono alcuni degli obiettivi del progetto "Amministrare 2.0" del comune di Venezia. "Normalmente le pubbliche amministrazioni – ha detto il vice sindaco della città, Michele Vianello nel corso del Forum PA a Roma – tendono a caratterizzarsi nella presentazioni di progetti innovativi che successivamente non verranno mai realizzati. Il nostro non è un progetto futuro ma qualcosa che stiamo già attuando".

"Oltre sei milioni di euro stanziati – ha proseguito Vianello – per superare il digital divide delle isole e per permettere a tutti i cittadini di accedere al diritto alla rete gratis per metà 2009". Si tratta del progetto "//venice > connected" a cura della Venis SPA, società di proprietà del comune.

Tra le azioni del comune di Venezia anche il progetto IRIS: un filo diretto tra cittadini e amministrazione via web. Il sistema si basa sull’accesso alla rete e in particolare a una sezione dedicata. L’utente ha la possibilità di individuare sulla mappa della città il problema da lui riscontrato, come i bisogni di manutenzione del quartiere o presenza di rifiuti abbandonati. Il comune o l’azienda hanno l’obbligo di rispondere al cittadino e di indicare i tempi presunti di risoluzione. "La segnalazione – ha spiegato Vianello – è visibile in rete. Non si tratta, quindi, di una relazione privata tra cittadino e funzionario. Finchè la richiesta dell’utente sarà visibile on line è come se fosse pendente sull’amministrazione un giudizio".

"Sicurezza urbana come Reality", è invece il progetto che metterà su internet e su megaschermo le immagini catturate dalle telecamere nelle aree a rischio della città. La prima zona sorvegliata è attualmente quella del Canal Grande. Il sistema verrà esteso nel corso del 2008 e del 2009 ad altre aree ad alta problematicità nel centro storico di Venezia.

"Dematerializzare 2.0" completa infine il quadro della sfida tecnologica del comune di Venezia. L’obiettivo è eliminare il più possibile il flusso cartaceo, fonte di scarsa condivisione delle informazioni, di un eccesso di pratiche burocratiche e di costi superflui di software, carta e archivi. La soluzione è nella rete e nella banda larga. Il progetto di Venezia prevede infatti l’utilizzo di questi strumenti per promuovere il lavoro domestico e la circolazione della informazioni via rete.

Comments are closed.