Farmaci: in Italia più cari d’Europa

L’ Italia batte il record dei farmaci più cari rispetto al resto d’Europa. Altroconsumo, l’associazione indipendente di consumatori attraverso un’indagine in 8 nazioni ha rilevato che il prezzo de medicinali in Italia è molto più alto che altrove. L’associazione in particolare denuncia "che in Italia, quando il farmaco esce dalla fabbrica ha il prezzo più conveniente che si può trovare in Europa; quando lo stesso farmaco arriva sul bancone della farmacia, ha però subito tali ricarichi di prezzo che diventa più caro nel nostro Paese che in Gran Bretagna, Francia, Olanda, Portogallo, Spagna e Belgio". Il primato riguarda i prezzi dei farmaci di fascia A, quelli rimborsati dal Servizio sanitario nazionale. L’indagine è stata realizzata su un paniere di 19 farmaci venduti in otto paesi dell’Ue, Italia compresa, ed i risultati dell’inchiesta sono presentati oggi in contemporanea dalle associazioni di consumatori in Europa che hanno contribuito all’indagine.

Dall’inchiesta emerge dunque che il Servizio sanitario, afferma Altroconsumo, "riesce a spuntare buoni prezzi con i produttori, vantaggio competitivo vanificato però dalle quote spettanti a grossisti e farmacisti". Secondo l’associazione, risparmiare "é dunque possibile, ma occorre migliorare l’efficienza della distribuzione: Un passo concreto in avanti – sottolinea l’associazione – è stato fatto, ma solo per i farmaci di fascia C, con il decreto Bersani e con le nuove opportunità per stimolare la concorrenza, a partire dall’apertura della distribuzione dei farmaci OTC e SOP nei supermercati, l’applicazione dello sconto sul prezzo del farmaco liberamente deciso dall’esercente, il superamento del principio dell’ereditarietà della farmacia". Dall’associazione di consumatori giunge quindi la richiesta che sia avviato un confronto tra le parti, affinché il Servizio sanitario nazionale "realizzi risparmi che l’esperienza europea ha dimostrato essere possibili".

 

Comments are closed.