GAS. Bonus, i commenti dei Consumatori

Oggi il ministro Scajola e il presidente Aeeg Ortis hanno presentato il bonus gas: un aiuto in bolletta pari al 15%, retroattivo al 1 gennaio 2009, che riguarderà 3 milioni e ½ di famiglie considerate a basso reddito. Plauso dalle Associazioni a tutela dei consumatori anche se Federconsumatori non concorda con la previsione del ministro circa lo sconto. "Purtroppo – sostiene l’Associazione – non possiamo concordare con la dichiarazione del Ministro Scajola laddove afferma che il bonus determina: "Lo sconto medio sulla bolletta del gas è del 15%". Infatti, tale percentuale si applica, in base alla legge, non all’intero importo della bolletta media, come noto, contenente ben il 40% di imposte compresa IVA, per cui lo sconto medio non potrà essere superiore al 9% della spesa della famiglia!" Per questo Federconsumatori chiede al Governo di fare la propria parte, eliminando l’applicazione delle imposte che gravano sui consumi di elettricità e gas delle famiglie maggiormente disagiate e numerose a cui viene attribuito il bonus elettrico e/o il bonus gas.

L’Adoc pur apprezzando l’iniziativa e chiede che si faccia un ulteriore sforzo per ridurre l’Iva sul gas al 10%. "Bene il Governo sul bonus gas per le famiglie bisognose – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – purché vengano adottati rigidi controlli sulle famiglie aventi diritto, al fine di evitare che il bonus vada a vantaggio degli evasori fiscali. Dopo questa lodevole iniziativa chiediamo che si faccia un ulteriore sforzo, portando l’Iva sul gas al 10%, senza limiti per i consumi di chi ha la caldaia autonoma o il riscaldamento centralizzato. Al momento tale riduzione è applicabile fino ad un massimo di 480 metri cubi annui, per qualsiasi tipo di consumo incluso il riscaldamento, ma non basta per alleviare le spese delle famiglie. Questa misura costituirebbe anche un incentivo per l’utilizzo della caldaiette, in grado di apportare un concreto risparmio energetico. Lo stesso ministro Scajola, nel luglio scorso, ci aveva assicurato che avrebbe valutato l’opportunità di favorire l’utilizzo di tale strumento di risparmio."

Comments are closed.