GIUSTIZIA. CGUE: vietare ai piloti d’aereo di esercitare attività dopo i 60 anni è discriminatorio

Ai piloti di linea con più di 60 anni non può essere vietato l’esercizio della propria attività. Il divieto costituirebbe una discriminazione fondata sull’età. Lo ha deciso la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, precisando che la direttiva comunitaria sulla parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro vieta nel mondo del lavoro qualsiasi disparità di trattamento legata all’età non debitamente giustificata. Gli Stati membri possono, però, stabilire che una differenza di trattamento basata sulle capacità fisiche dei lavoratori, legate all’età, non costituisce discriminazione ove il possesso di tali capacità sia un requisito essenziale e determinante per lo svolgimento di un’attività lavorativa.

La normativa internazionale e quella tedesca prevedono che, tra i 60 e i 64 anni, un pilota d’aereo possa esercitare la propria attività, ma soltanto assieme ad altri piloti che abbiano meno di 60 anni. Il contratto collettivo applicabile al personale di bordo della compagnia aerea tedesca Deutsche Lufthansa − riconosciuto dal diritto tedesco − vieta ai piloti di esercitare la loro attività dopo i 60 anni. Due piloti della compagnia aerea che, al compimento di 60 anni si sono visti scadere automaticamente il contratto, hanno fatto ricorso al giudice.

La Corte ha ricordato che i contratti collettivi conclusi con le parti sociali devono osservare il principio di non discriminazione in base all’età, riconosciuto come principio generale del diritto dell’Unione e che trova espressione concreta nella direttiva nel settore dell’occupazione e delle condizioni di lavoro. Anche se la limitazione della possibilità per i piloti di esercitare la loro professione a 60 anni è dettata da ragioni di sicurezza dei passeggeri e dei piloti stessi, un limite simile non può essere previsto da un contratto collettivo ed è quindi un requisito sproporzionato alla luce della normativa internazionale e di quella tedesca, che hanno fissato tale età limite a 65 anni.

 

Comments are closed.