GIUSTIZIA. Cassazione: gay clandestino può restare in Italia se nel suo paese è perseguitato

L’immigrato clandestino, che resta in Italia nonostante sia stato espulso dal questore, non è punibile se l’omosessualità nel suo Paese è un reato. Lo stabilisce la Corte di Cassazione nella sentenza depositata nei giorni scorsi dalla prima sezione penale.

Comments are closed.