GIUSTIZIA. Class action, Federcontribuenti propone un coordinamento tra associazioni

Serve un piano di lavoro comune fra tutti i soggetti rappresentativi delle istanze dei consumatori e dei contribuenti per rendere efficace la legge sulla class action proponendo un miglioramento normativo della stessa, ma anche e soprattutto per coordinare le azioni da intraprendere nei confronti di quei soggetti che non rispettano le norme di tutela dei consumatori. E’ questa la proposta che il Presidente di Federcontribuenti, Carmelo Finocchiaro, lancia alle altre organizzazioni di tutela dei cittadini . "Bisogna evitare il rischio di duplicare azioni nei confronti degli stessi soggetti – continua Finocchiaro – rafforzando le iniziative processuali con azioni collettive unitarie fra tutte le Associazioni".

Per questo Federcontribuenti propone la costituzione di un Coordinamento Nazionale che si occupi di verificare e coordinare le azioni da intraprendere. "Questa proposta potrà essere una soluzione positiva che rafforzerà i cittadini nei confronti dei poteri forti, evitando che ogni Associazione faccia a gara per promuovere più class action rispetto alle altre", sostiene Finocchiaro che conclude: "Il Coordinamento dovrà lavorare alle modifiche normative sulla class action nei confronti della Pubblica Amministrazione, affinché siano previsti nella legge sia sanzioni nei confronti della PA che risarcimenti nei confronti dei cittadini che hanno subito danni e ritardi ingiustificati".

Comments are closed.