GIUSTIZIA. Class action, Landi: “La legge lascia poche speranze di essere risarciti”

La class action tanto voluta dalle Associazioni dei consumatori, in Italia ormai è un miraggio. Infatti ad anno nuovo entra in vigore l’azione collettiva, ma la normativa approvata dal Governo lascia poche speranze ai consumatori di ottenere i risarcimenti. E invece di semplificare le cose, rende tutto più difficile. Lo sostiene Paolo Landi, Segretario Generale di Adiconsum, che spiega che la legge affida ai consumatori l’onere di avviare un’azione collettiva; consumatori che hanno già difficoltà a ricorrere al giudice per i propri problemi.

Landi critica il fatto che "la legge parla di interessi identici e non omogenei, come avrebbero voluto le associazioni dei consumatori, per comprendere il maggior numero di casi. Inoltre – continua Paolo Landi – vi è il danno punitivo che la legge pone a carico non dell’impresa responsabile della pratica commerciale scorretta, ma dei consumatori che attivano l’azione collettiva.

"Per non parlare poi dei costi che vanno preventivati per coprire la pubblicità sull’azione collettiva che il giudice è chiamato a decidere, e dell’aspetto burocratico del deposito della documentazione probatoria che ogni consumatore deve personalmente presentare in Tribunale".

"Ed infine se i criteri di risarcimento sono quelli previsti dalle Carte di Servizio si rischia di aver avviato una procedura complessa per ottenere un pugno di mosche come risarcimento".

Landi chiarisce poi il fatto che i casi di class action così potrebbero essere molto numerosi: per ogni condanna che c’è stata recentemente o che ci sarà in futuro da parte delle Autorità di mercato o di regolazione può essere innestata una immediata e successiva azione risarcitoria.

"Occorrerà tuttavia verificare come la Magistratura intende applicare questa normativa se alla lettera con scarsi o nulli risultati o avendo come riferimento le esperienze europee e quindi con qualche probabilità di successo in più. Una cosa è certa – conclude il Segretario generale Adiconsum – se vogliamo un’ azione collettiva efficace questo testo deve essere migliorato. Per efficace intendiamo le stesse norme già in atto nei vari Paesi europei, compresi Portogallo e Grecia".

Comments are closed.