GIUSTIZIA. Conciliazione, Cittadinanzattiva: “No a nuovi monopoli”

"Abbiamo accolto con soddisfazione il dato diffuso oggi da Unioncamere che sottolinea ancora una volta la bontà del ricorso a forme alternative per la risoluzione delle controversie, grazie anche al ruolo attivo in questo ambito delle associazioni dei consumatori". È quanto ha dichiarato Cittadinanzattiva a fronte delle oltre 10 mila conciliazioni gestite dalle Camere di Commercio nei primi sei mesi del 2009. "Abbiamo chiesto a gran voce che non passasse il ddl 601 "riforma professione forense" che avrebbe invece dato l’esclusiva ai soli legali in questo ambito, sancendo di fatto la nascita di un nuovo monopolio".

"Riconoscere il ruolo delle conciliazioni paritetiche (cioè quelle frutto di accordi volontari tra associazioni dei consumatori e imprese) è il senso anche dell’emendamento sostenuto da Cittadinanzattiva, all’articolo 60 della legge 69/2009 in materia di Conciliazione nelle controversie civili e commerciali; dare cioè pari dignità alle conciliazioni paritetiche a quelle condotte da Camere di Commercio e Corecom". L’associazione chiede invece cautela nell’introduzione del principio di obbligatorietà del ricorso alla conciliazione "che potrebbe tradursi in un ostacolo alla libera scelta di ricorrere alla giustizia ordinaria da parte dei cittadini".

Comments are closed.