GIUSTIZIA. Corte Ue: il lavoratore non perde diritto a ferie retribuite non fatte per malattia

Il lavoratore non perde il diritto alle ferie annuali retribuite che non ha potuto esercitare a causa di malattia. È quanto afferma la Corte di giustizia delle Comunità europee in riferimento a due richieste di intervento provenienti dalla Germania e dal Regno Unito nell’ambito di controversie sulle ferie annuali retribuite dei lavoratori che si trovano in congedo per malattia.

"Il diritto alle ferie annuali retribuite – afferma la Corte – non può estinguersi allo scadere del periodo di riferimento e/o di un periodo di riporto fissato dal diritto nazionale anche quando il lavoratore sia stato in congedo per malattia per l’intera durata o per una parte del periodo di riferimento e la sua inabilità al lavoro sia perdurata fino al termine del rapporto di lavoro, ragione per la quale egli non ha potuto esercitare il suo diritto alle ferie annuali retribuite".

Per quanto riguarda invece il diritto a un’indennità finanziaria sostitutiva delle ferie annuali retribuite e non godute, la Corte afferma che "l’indennità deve essere calcolata in modo da porre il lavoratore in una situazione analoga a quella in cui si sarebbe trovato se avesse esercitato tale diritto nel corso del rapporto di lavoro".

Comments are closed.