GIUSTIZIA. Elettrosmog, confermata responsabilità R. Vaticana. Cittadinanzattiva: sentenza storica

La IV Sezione penale della Cassazione ha confermato la prescrizione per la condanna a 10 giorni di reclusione nei confronti del cardinale Roberto Tucci in relazione all’elettrosmog prodotto dalle emissioni della Radio Vaticana ai danni degli abitanti di Cesano (Comune alle porte di Roma), a favore dei quali la Suprema Corte ha confermato il diritto al risarcimento dei danni patiti. Sarà la Corte d’Appello di Roma a determinare l’entità del risarcimento.

"Una sentenza storica e importantissima, finalmente un punto fermo nella tutela di migliaia di cittadini che hanno denunciato per anni, e che erano stati bollati, nella migliore delle ipotesi, come degli ipocondriaci o in preda a crisi di panico ingiustificato". Questo il commento di Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva, associazione parte civile nel processo. "L’indennizzo economico da solo non rappresenta certo una soluzione ai problemi denunciati dai cittadini dell’area di Cesano e dalla nostra organizzazione, ma è comunque un primo importante risultato che ci fa ben sperare anche per la seconda causa, relativa alla mortalità per leucemia". "Il nostro ringraziamento, oltre all’avvocato Bertolini che ha seguito nei gradi precedenti la causa – ha concluso Petrangolini – va agli avvocati Manna e Urcioli, che hanno rappresentato Cittadinanzattiva in questa vicenda, e grazie alla cui professionalità si è giunti ad un risultato che possiamo definire storico senza timori di smentite, sia perché stabilisce un importante precedente a favore dei cittadini, ma anche perché rappresenta una vittoria di Davide contro il Golia Radio Vaticana".

Comments are closed.